REGOLAMENTO MEDIA
Approvato dalla Assemblea di Lega del 12 luglio 2007

1. RESPONSABILE DEI RAPPORTI CON I MEDIA

Ciascuna societa' dovra' individuare un responsabile dei rapporti con i mezzi di comunicazione, dandone ad inizio stagione comunicazione alla Lega Basket contestualmente alle altre cariche sociali.

I suoi compiti sono:
a) Inviare, per posta elettronica, all'ufficio stampa della Lega Basket la mattina successiva ad ogni gara di campionato, un report contenente dichiarazioni di allenatori e giocatori che possano costituire spunti per il sito Internet della Lega e per i media e che dia notizia di tutti gli avvenimenti ufficiali (agonistici e non) relativi alla vita del club. Almeno 48 ore prima della gara dovra' poi essere inviato un nuovo report contenente le dichiarazioni di presentazione della gara di allenatore e/ giocatori e la situazione degli eventuali giocatori infortunati. Inoltre, con le stesse modalita', dovra' sempre inviare in Lega qualsiasi tipo di comunicazione effettuata alla stampa.
b) Concordare con i media le interviste ad allenatori e giocatori durante la settimana.
c) Rendersi garante dell'attuazione del Regolamento Radio Televisivo di Lega e del coordinamento relativo alla attuazione di tutte le disposizioni previste nei contratti che la Lega Basket stipula per la trasmissione delle gare in ambito nazionale sulle varie piattaforme televisive e su internet.
d) Rendersi garante di tutte le iniziative speciali assunte dalla Lega Basket. In particolare, collaborare con la Lega Basket nella raccolta del materiale necessario per la realizzazione della guida al campionato e di qualsiasi altro strumento di diffusione ad esso correlato.
e) Essere disponibile e reperibile, salvo casi eccezionali, tramite telefono cellulare anche oltre i normali orari d'ufficio onde agevolare il lavoro dei media. f) Curare la distribuzione prima di ogni gara di pi˘ stampati contenenti le seguenti informazioni:
- Roster delle squadre; statistiche individuali e di squadra di entrambi i club; ultime notizie riguardanti le due squadre (infortuni, nuovi ingaggi o cessioni), oltre ai precedenti tra le due squadre.
g) Curare l'organizzazione delle interviste di fine partita

2. DEFINIZIONE DI MEDIA

Ai fini del presente Regolamento si intendono per media le seguenti categorie di persone in possesso della tessera di professionisti e pubblicisti:
- Giornalisti della carta stampata
- Giornalisti Radio-Televisivi
- Giornalisti di siti internet
- Fotografi

Nella suddetta definizione possono ricadere, a discrezione della societa', anche persone non in possesso della tessera di professionista o pubblicista, se effettivamente impegnate nella copertura dell'evento per una testata giornalistica, o quanto meno regolarmente registrata presso il Tribunale competente ed a questo scopo regolarmente accreditata con richiesta firmata del Direttore Responsabile della testata, nonche' i tecnici radio-tv nei limiti dello svolgimento del loro compito.

3. ACCREDITI

Hanno diritto all'accredito le seguenti categorie:
- Giornalisti muniti di tessera CONI
- Giornalisti iscritti all'Ordine, la cui testata faccia pervenire al club richiesta scritta di accredito entro 48 ore nel caso in cui la partita si svolga di domenica ed entro 24 ore nel caso in cui la partita si svolga in qualsiasi altro giorno della settimana. Le societa' hanno la possibilita' di regolamentare gli accrediti, rispettando comunque il seguente numero minimo:

E' discrezione della societa' concedere comunque un numero superiore di accrediti per testata cosi' come quella di non accogliere quelli fatti pervenire successivamente a questi termini.

a) 2 accrediti per i quotidiani sportivi a diffusione nazionale
b) 1 per i quotidiani non sportivi a diffusione nazionale
c) 2 per i quotidiani a diffusione locale
d) 2 per i settimanali specializzati

- Tecnici radio-tv e fotografi che abbiano fatto pervenire richiesta di accredito secondo le modalita' sopra riportate.
- Media, anche se non professionisti o pubblicisti, il cui accredito Ë stato richiesto da testata giornalistica riconosciuta o quanto meno regolarmente registrata presso il Tribunale competente, nei limiti della capienza della tribuna stampa ed a discrezione dell'Ufficio Stampa della societa' ospitante.

Per quanto riguarda i siti Internet, in considerazione della oggettiva difficolta' a stabilire la loro effettiva diffusione ed importanza, sara' cura dell'ufficio stampa della Lega, in collaborazione con gli uffici stampa dei club, definire entro l'inizio del campionato un elenco dei siti nazionali di maggiore rilevanza a cui concedere priorita' nella richiesta di accredito. Resta facolta' della societa' definire le priorita' nel rilascio degli accrediti ai siti internet locali.

E' discrezione della societa' concedere comunque un numero superiore di accrediti per testata cosi' come quella di non accogliere quelli fatti pervenire successivamente ai termini questi termini

Le societa', in accordo con il loro ufficio Siae, hanno facolta' di rilasciare accrediti annuali per i giornalisti da loro appositamente individuati.

4. SERVIZI PER I MEDIA ACCREDITATI

4.1 E' discrezione della societa' prevedere la messa a disposizione dei media di un'area di parcheggio a loro riservata. Anche nell'ipotesi di presenza di tale area le Societa' non saranno comunque mai ritenute responsabili di eventuali atti di vandalismo nei confronti dei mezzi qui parcheggiati.

4.2 Ogni squadra dovra' mettere a disposizione dei media una tribuna stampa di almeno 30 posti chiaramente delimitata rispetto alle aree occupate dal pubblico. Questi posti dovranno essere allestiti con sedie e di tavoli d'appoggio che permettano di prendere appunti e utilizzare il computer o il telefono proprio. Tutte le postazioni di lavoro dovranno essere munite di prese elettriche.
Se i media regolarmente accreditati superano per numero la capienza della tribuna stampa, le societa' dovranno individuare in un luogo diverso, sempre all'interno dell'impianto e comunque compatibilmente con le proprie esigenze, i posti necessari per poter permettere il regolare svolgimento del proprio lavoro.

4.3 I criteri di accesso alla tribuna stampa principale, in caso di surplus degli aventi diritto rispetto alla capienza, saranno cosi' definiti:

- massimo 2 posti a testa per quotidiani, agenzie, TV e radio nazionali, con priorita' ai tre quotidiani a carattere sportivo e alle emittenti titolari dei diritti di trasmissione televisivi, radiofonici ed internet in ambito nazionale del campionato a livello nazionale.

- 1 posto per le altre testate, con priorita' agli accrediti pervenuti per primi.

In occasione di gare di finale scudetto o in altre gare di particolare importanza, le societa' ospitanti possono ridefinire questi criteri a loro discrezione.

4.4 I media che siedono in tribuna stampa e operano in sala stampa ed interviste devono mantenere un comportamento il piu' possibile imparziale, evitando gesti ed espressioni e comportamenti che possano fomentare il pubblico contro giocatori ed arbitri o che siano comunque irrispettose o offensive nei confronti degli stessi. Ogni violazione della seguente regola dara' luogo ad un primo richiamo ufficiale da parte dell'ufficio stampa del club ospitante e successivamente autorizzera' la societa' a ritirare l'accredito a chi si sara' reso protagonista di tali comportamenti.

I fotografi accreditati verranno individuati medianti bracciali o pettorina. La dislocazione sul terreno di gioco sara' a discrezione del club ospitante e dovra' essere tale da conciliare le loro esigenze con quelle di giocatori e arbitri oltre a non costituire ostacolo alla ripresa televisiva della partita ne' alla buona visibilita' di pannelli pubblicitari, fissi o rotanti, display luminosi, in particolare quando posti a favore di telecamere E' discrezione della societa' assegnare le postazioni secondo i criteri da lei ritenuti prioritari.

4.5 Le societa' sono tenute ad attrezzare opportunamente la sala stampa, dotandola di almeno 6 linee telefoniche abilitate a chiamate esterne, 2 linee telefax e 20 prese di corrente elettrica, 1 fotocopiatrice, 1 televisore dotato di televideo. Le linee telefoniche saranno a disposizione sia dei giornalisti sia dei fotografi accreditati e spetta solo alla societa' stabilire ed eventualmente regolamentare le priorita' per il suo utilizzo. Ogni club dovra' inoltre allestire un servizio Wi-fi gratuito a disposizione dei media che sia attivo sia in tribuna stampa che in sala stampa. Nel momento in cui verra' reso attivo questo servizio, il numero delle linee telefoniche a disposizione dei media potra' essere ridefinito a discrezione del club

4.6 Se richiesto dalla Lega Basket, in occasione della realizzazione del servizio settimanale di distribuzione foto, il club dovra' mettere a disposizione dei fotografi accreditati dalla Lega una postazione da situare a bordocampo con linea telefonica ADSL.

La sala stampa dovra' essere aperta almeno un'ora e mezzo prima dell'avvio della partita e per le due ore successive al suo termine.

4.7 Le societa' sono obbligate ad allestire una postazione per la emittente televisiva ospite con almeno due posti a sedere e un microfono, un tavolo ad uso lavoro. Questa postazione dovra' essere normalmente situata a bordocampo o in altri postazione idonea, separata dal pubblico e preferibilmente nella posizione che viene normalmente allestita per la emittente nazionale titolare dei diritti di trasmissione a livello nazionale in occasione delle gare da loro riprese. In occasione della ripresa della emittente nazionale sara' individuata per la emittente ospite un'altra postazione, sempre separata dal pubblico, cercando di mantenerla sempre comunque, se possibile, a bordocampo.

4.8 Le societa' sono obbligate a fornire una postazione, una linea telefonica e un apparecchio telefonico alla emittente radiofonica ospite titolare dei diritti di trasmissione in diretta in ambito locale. La postazione dovra' essere OBBLIGATORIAMENTE munita di prese di corrente elettrica.

In caso di presenza di pi˘ emittenti radiofoniche titolari dei diritti di trasmissione, la societa' ospitante sara' tenuta a mettere a disposizione una sola postazione adeguatamente allestita che sara' riservata alle emittente indicata espressamente dalla societa'. Alle altre emittenti che saranno autorizzate ad effettuare la radiocronaca della gara, la societa' ospitante sara' tenuta a riservare solo la postazione. Linea telefonica e apparecchio telefonico saranno a carico delle suddette emittenti.

4.9 La sala interviste deve essere collocata nelle vicinanze della sala stampa, dovra' esserne comunque separata e dotata delle seguenti attrezzature:

1) Un tavolo con almeno tre sedie e un microfono con impianto di diffusione nella sala provvisto di amplificatori da piazzare ai lati della sala. Qualsiasi altro tipo di microfono e apparecchi di registrazione privati non dovranno comunque ostruire la vista o costituire ostacolo o disturbo per il lavoro dei media presenti. Al termine di ogni gara e' obbligatoria la presenza degli allenatori che dovranno presentarsi entro 15 minuti dal termine della gara e restare a disposizione dei media sino ad un massimo di 10 minuti. Nel caso di arrivo contemporaneo dei due allenatori in sala interviste, la precedenza verra' concessa all'allenatore della squadra ospite. In ogni caso i due allenatori siederanno separatamente al tavolo della sala interviste. La societa' ospitante, d'accordo con quella ospite, verifichera' la necessita' o meno della presenza di un interprete dall'inglese all'italiano quando questo si dovesse rendere necessario per permettere ai media di svolgere al meglio il proprio lavoro. Se richiesto dai media presenti, dovra' inoltre essere prevista la presenza in sala interviste anche di giocatori di entrambe le squadre.

5. ISTITUZIONE DELLA ZONA MISTA

Qualora le condizioni strutturali dell'impianto lo consentano, le societa' devono approntare apposite zone miste situate il piu' vicino possibile allo spogliatoio e comunque sul percorso di uscita dall'impianto dei giocatori ed in cui avranno accesso i media per effettuare interviste. Nel caso gli spogliatoi delle due squadre siano attigui, la societa' individuera' una unica zona mista da cui dovranno obbligatoriamente transitare i giocatori per lasciare l'impianto.

-----------

REGOLAMENTO RADIO TELEVISIVO

PREMESSA

L'obiettivo di promuovere il basket attraverso una adeguata copertura radio televisiva del campionato di Serie A rende necessario che tutte le gare della stagione siano riprese per tutta la loro durata e, se possibile, trasmesse da una emittente televisiva.

Al fine di realizzare quanto sopra descritto, e' fatto pertanto obbligo ai club che disputano il campionato di Serie A di avere copertura da parte di una emittente televisiva o in assenza di questa, di produrre comunque sempre copia della gara con le caratteristiche indicate in questo Regolamento.

Le disposizioni qui contenute disciplinano integralmente l'intera materia recependo anche le norme contenute nel documento "Costituzione del pool televisivo della Lega Basket Serie A" il quale pertanto si considera superato.

In particolare, tenuto conto della importanza assunta dalle riprese televisive, e' stata decisa la creazione del pool televisivo di Lega al quale vengono automaticamente chiamate a far parte, con il conseguente obbligo di conformarsi alle disposizioni del presente Regolamento, le emittenti che sottoscrivono accordi di trasmissione con i club. Questi ultimi sono OBBLIGATI a far rispettare le disposizioni del presente Regolamento. Nel caso di inosservanza i club saranno passibili di un provvedimento disciplinare da parte della Lega nonchÈ di una eventuale azione di responsabilita' nei loro confronti.

La creazione del pool televisivo ha come obiettivo la produzione della gara con la migliore qualita' possibile, tenuto conto della crescente necessita' di immagini di buona qualita' ai seguenti fini:

a) diffusione delle gare nell'ambito locale, intendendosi come tale il territorio regionale dei rispettivi club.

b) visione delle gare da parte dei club nell'apposito server della Lega Basket.

c) utilizzo delle stesse per la prova televisiva che sara' introdotta dalla Lega Basket in accordo con Fip e Cia.

Le emittenti televisive e radiofoniche private prendono atto che la Lega Basket, istituzionalmente nonche' su mandato dei singoli club, puo' concludere accordi con emittenti televisive e radiofoniche nazionali o circuiti nazionali per la diffusione di gare o di programmi in diretta o in differita del campionato di Serie A.

ARTICOLO 1
DISPOSIZIONI RIGUARDANTI I CLUB

1.1 Far sottoscrivere e rispettare il presente Regolamento alle emittenti radio televisive con cui sottoscrivono accordi per la trasmissione, in ambito non nazionale, delle loro gare.

1.2 Trasmettere alla Lega Basket copia del contratto sottoscritto con l'emittente televisiva, con particolare riferimento alla programmazione delle gare in differita. Nel contratto dovranno essere inserite le sottoelencate clausole sugli obblighi da rispettare da parte delle emittenti.

1.3 Qualora il club non abbia alcun accordo in essere con una emittente televisiva operante in ambito locale, sara' comunque obbligato:

a) a far riprendere le proprie gare casalinghe, dotandole di commento di un telecronista da lei scelto quando richiesto e nei casi previsti dal presente Regolamento (trasmissione della gara da parte della emittente ospite e da a chiunque abbia conseguito dalla Lega Basket lo sfruttamento dei diritti Internet del campionato di Serie A).

b) a fornire una postazione, una linea telefonica e un apparecchio telefonico alla emittente radiofonica ospite titolare dei diritti di trasmissione in diretta in ambito locale. La postazione dovra' essere OBBLIGATORIAMENTE munita di prese di corrente elettrica.

c) Anche in caso di assenza di una propria emittente radiofonica ufficiale, la societa' ospitante Ë comunque tenuta, se richiesta dalla squadra ospite con almeno 2 giorni di anticipo rispetto allo svolgimento della gara, a predisporre oltre alla postazione, alla linea telefonica e a un apparecchio telefonico anche il servizio di radiocronaca a favore della propria emittente ufficiale senza che ne risulti alcun onere di natura economica in capo alla societa' ospite ne' tantomeno alla Lega Basket.

In caso di presenza di piu' emittenti radiofoniche titolari dei diritti di trasmissione, la societa' ospitante sara' tenuta a mettere a disposizione una sola postazione adeguatamente allestita che sara' riservata alle emittente indicata espressamente dalla societa' interessata. Alle altre emittenti che saranno autorizzate ad effettuare la radiocronaca della gara, la societa' ospitante sara' tenuta a riservare solo la postazione. Linea telefonica e apparecchio telefonico saranno a carico delle suddette emittenti.

1.4 Le societa', nella persona dei loro addetti stampa, sono tenute a controllare che le cassette utilizzate dalle emittenti o dai services che effettuano le riprese per conto degli stessi club siano di buona qualita'. Al contempo dovranno segnalare tempestivamente alla Lega eventuali problemi collegati alla qualita' delle immagini.

1.5 Al termine di ogni gara sara' fornita la cassetta in formato professionale Betacam SP o Mini DV al rappresentante dell'emittente ufficiale della squadra ospite o, in sua assenza, all'addetto stampa o al dirigente accompagnatore.

1.6 Il club, per tramite della sua emittente ufficiale, dovra' predisporre i seguenti servizi:

a) a titolo gratuito, se richiesta dalla emittente televisiva ufficiale ospite con almeno 2 giorni di anticipo a mezzo fax o e-mail:

b) Una postazione con almeno due posti a sedere e un microfono e un tavolo ad uso lavoro. Questa postazione dovra' essere normalmente situata a bordo campo o in altra postazione idonea, separata dal pubblico e preferibilmente nella posizione che viene normalmente allestita per la emittente titolare dei diritti di trasmissione a livello nazionale in occasione delle gare da loro riprese. Quando Ë presente l'emittente nazionale, sara' individuata per la emittente ospite un'altra postazione, sempre separata dal pubblico collocandola, nei limiti del possibile, a bordo campo.

- Nel caso di mancata presenza del telecronista della emittente ospite, la societa' e la sua emittente sono comunque tenute a garantire, con la consegna della cassetta, anche la telecronaca dell'incontro con le seguenti modalita':
CH1 Audio mix con commento telecronista di casa.
CH2 Solo audio internazionale

b) a consegnare al termine di ogni gara alla squadra ospite una copia della gara in formato DVD, con o senza commento, per utilizzo interno.

c) a inserire la registrazione della gara nell'apposito server della Lega Basket entro le ore 12 della mattina successiva alla gara, ad eccezione delle gare gia' riprese da Sky, titolare in esclusiva dei diritti televisivi di trasmissione in diretta in ambito nazionale del campionato di basket Serie A . In caso di impossibilita' di effettuare il servizio, l'emittente dovra' inviare copia della gara alla Lega in formato DVD che dovra' pervenire entro le ore 12 del secondo giorno successivo alla disputa della partita. In questo caso si vedra' trattenuta la cifra di 50 Euro per ogni gara codificata a cura della Lega Basket, come previsto gia' dal Regolamento Esecutivo di Lega.

In ogni caso, anche effettuando l'inserimento della gara direttamente nel server, la societa' e' tenuta comunque ad inviare alla Lega entro le ore 12 del secondo giorno successivo alla disputa della partita una registrazione in formato DVD.

d) a inviare alla Lega Basket, se richiesta, una cassetta in formato Betacam SP o Mini DV della gara con commento del proprio telecronista, per la realizzazione delle produzioni televisive della Lega Basket stessa. La spedizione avverra' con corriere con spese a carico della Lega Basket. La copia dovra' pervenire negli uffici della Lega entro le ore 12 del secondo giorno successivo alla gara.

e) a consentire GRATUITAMENTE a Sky, tramite la propria emittente ufficiale e solo se richiesto, attraverso il centro di produzione indicato da Sky:
- di fruire in diretta del relativo segnale televisivo clean feed
- oppure, al termine di ciascuna gara, di ricevere la relativa registrazione su supporto Betacam SP, in questo caso previo rimborso dei relativi costi di consegna e materiale debitamente documentati. L'emittente dovra' fare i suoi sforzi migliori per effettuare la consegna della registrazione nelle 24 ore dall'inizio della gara e, in ogni caso, mai oltre le 36 ore dal suo inizio.

La registrazione della cassetta dovra' avvenire senza grafica nel seguente modo:
CH1 Audio mix con commento telecronista.
CH2 Solo audio internazionale.

f) a garantire, per tramite della propria emittente ufficiale o del proprio service, l'accesso al segnale audio-video (con incluso commento del telecronista, anche nel caso di mancata trasmissione della gara su una emittente) a chiunque abbia conseguito dalla Lega Basket lo sfruttamento dei diritti Internet del campionato di Serie A.

1.7 A collaborare con Sky per allestire la propria postazione televisiva nella posizione giudicata la pi˘ idonea per la trasmissione della gara, collocandola normalmente a bordo campo in una zona separata dal pubblico.

1.8 A far rispettare l'esclusiva di Sky, all'interno degli spazi appositamente individuati, per intervistare allenatori e giocatori nel prepartita delle gare riprese e trasmesse in diretta, sino a 10 minuti prima del loro inizio, nell'intervallo ed alla fine, per i 10 minuti successivi alla loro conclusione, con diritto di precedenza rispetto a qualsiasi altro terzo per il periodo successivo.

1.9 A far rispettare il divieto per altre emittenti, nazionali e locali di riprendere immagini della gara ripresa e trasmessa da Sky in qualsiasi forma. Nella ipotesi di violazione accertata, il club avra' facolta', in accordo con la Lega, di ritirare l'accredito alla emittente anche per le gare successive.

1.10 A favorire, qualora richiesti e con apposite modalita' concordate, l'accesso delle telecamere e degli inviati di Sky negli spogliatoi prima e dopo la gara.

1.11 A favorire, in occasione delle gare che si disputano in serata, l'ingresso dei mezzi di Sky nell'impianto a partire dalle ore 8 del giorno della gara per i sopralluoghi e la successiva predisposizione delle postazioni e l'installazione delle apparecchiature necessarie per le operazioni di ripresa e trasmissione, nonche' delle postazioni dei commentatori e, dopo la disputa di ogni gara, per il tempo necessario alla eventuale rimozione delle apparecchiature.

Solo in occasione delle gare per cui Sky fara' richiesta di trasmissione in Alta Definizione, il club ospitante si impegna a:

1. Favorire l'ingresso dei mezzi di Sky nell'impianto gia' dal giorno antecedente la gara, con modalita' da concordare direttamente con Lega Basket e/o Probasket e Sky. Nel caso in cui sia previsto un onere aggiuntivo dovuto alla modalita' tecnica di trasmissione delle immagini, tale ulteriore costo dovra' essere sostenuto da Sky. In caso di mancata volonta' della stessa Sky a farsene carico, la Lega adottera' le necessarie alternative in merito.

2. Permettere a Sky, nel giorno successivo, di completare il posizionamento dei mezzi nei tempi ritenuti necessari per la messa in onda

1.12 A garantire a Telecom, titolare dei diritti di trasmissione in diretta su internet e IPTV, tramite la propria emittente ufficiale, l'accesso al segnale audio video della gara sia quando Ë ripresa da Sky sia quando e' prodotta dalla emittente privata. La societa' e' inoltre tenuta ad individuare all'interno dell'impianto di gara una stanza dove siano depositati e custoditi i materiali necessari all'encoding delle immagini, nonche' il materiale di proprieta' della Lega Basket che produce la grafica per le gare trasmesse in diretta su Internet e IPTV. In particolare, i club dai cui campi Telecom avra' deciso di trasmettere le diretta si impegnano a reperire e mettere a disposizione una persona che digitera' la grafica della gara secondo le indicazioni ricevute dalla Lega Basket in cambio di un compenso previsto in Euro 2.000 piu' Iva a stagione. A questo riguardo il club dovra' garantire una adeguata postazione per la grafica situata a bordo campo o comunque il pi˘ attigua possibile alla stanza dove siano depositati e custoditi i materiali necessari all'encoding delle immagini.

In riferimento ai materiali necessari per la realizzazione della grafica (computer, telecamere) e forniti dalla Lega Basket, il club si impegna a conservarle scrupolosamente custodendole in una apposita stanza dell'impianto di gioco alla quale abbia accesso solo personale autorizzato dalla societa'. Sara' cura del club segnalare tempestivamente alla Lega eventuali problemi sopravvenuti con l'utilizzo di questi materiali. In nessun modo comunque il club sara' ritenuto responsabile per il mancato funzionamento di questi materiali. Il club ci impegna a garantire la presenza della persona incaricata di digitare la grafica alla riunione di aggiornamento che la Lega effettuera' prima dell'inizio del campionato.

ARTICOLO 2
DISPOSIZIONI RIGUARDANTI LE EMITTENTI TELEVISIVE

2.1 L'emittente televisiva privata titolare del diritto di trasmettere le immagini in differita di una squadra in ambito locale ha diritto ad accedere al segnale clean feed della regia di Sky in occasione delle gare scelte per la trasmissione in diretta.

A questo proposito la Lega Basket segnala a Sky i nomi delle emittenti televisive private titolari dei diritti per la trasmissione in differita in ambito locale. La stessa Lega provvede, in occasione di ogni gara ripresa e trasmessa da Sky, a richiedere l'autorizzazione ad usufruire del segnale.

2.2 In occasione delle gare riprese e trasmesse in diretta da Sky e per le quali riceve l'accesso al segnale, l'emittente televisiva privata titolare dei diritti in differita in ambito locale non potra' effettuare alcuna ripresa della gara. Potra' effettuare interviste prima e dopo la gara, nel rispetto degli accordi tra Lega e Sky gia' evidenziati al precedente articolo 1.8.

2.3 Tali emittenti sono tenute a collaborare attivamente con la Lega, nei limiti delle loro possibilita' e nel rispetto dei loro impegni, per soddisfare le sue richieste di invio di servizi, immagini ed interviste e qualsiasi tipo di materiale sara' giudicato importante da parte della Lega alla realizzazione del suo programma settimanale e, pi˘ in generale, per essere utilizzato in vista della promozione e diffusione di immagini della Serie A di basket a qualsiasi emittente italiane o straniera ne faccia richiesta.

2.4 Le emittenti sono OBBLIGATE a inserire, prima e dopo le gare trasmesse in differita della propria squadra, la sigla contenente i loghi della Lega Basket e dello sponsor del campionato. La sigla sara' prodotta dalla Lega e fatta pervenire a proprie spese alle stesse emittenti.

2.5 Nel caso disponga di una troupe per le interviste nel dopopartita, la emittente locale Ë tenuta, se richiesta, a metterla a disposizione della emittente ufficiale ospite per realizzare interviste. Sara' cura dell'emittente ospite fornire le cassette su cui realizzare le interviste.

La emittente ospite potra' anche richiedere, con corresponsione di un compenso da concordare tra le parti, una telecronaca ìneutraî diversa da quella effettuata dalla emittente locale. In questo caso il telecronista prescelto usufruira' della postazione riservata alla emittente ospite.

2.6 Le emittenti sono obbligate a trasmettere le gare in differita sul proprio ambito locale con le modalita' contenute nell'accordo con Sky e precisamente:
- dopo le ore 22:00 del lunedi sera per le partite disputate nel fine settimana (venerdi, sabato e domenica);
- dopo 24 ore dalla fine della trasmissione SKY per le partite disputate durante la settimana.

2.7 Nel caso di realizzazione di un proprio programma settimanale contenente gli highlights della giornata, alle emittenti titolari dei diritti di trasmissione delle gare in differita e ad altre emittenti locali che ne faranno richiesta, la Lega Basket mettera' a disposizione, in giorno e orario che sara' comunicato, detto programma preceduto dalla sigla congiunta della Lega e dello sponsor del campionato. Nell'ambito di tale produzione potranno essere inseriti un massimo di 3 messaggi pubblicitari di partner individuati dalla Lega Basket. Tale programma potra' essere trasmesso solo a partire dalle ore 20.00 del mercoledÏ successivo alla disputa delle gare cui si riferisce, a meno che non abbia a oggetto gare di play-off o finali, di Supercoppa, All Star e Coppa Italia, nel qual caso potra' essere reso disponibile e trasmesso solo dopo che siano trascorse 72 ore dalla fine del giorno di disputa

La Lega Basket si riserva il diritto di mettere a disposizione il programma di pi˘ emittenti televisive dello stesso territorio, oltre che di emittenti di regioni in cui non sono presenti formazioni del campionato di basket Serie A, che ne facciano espressa richiesta.

A tutte le emittenti che otterranno la licenza alla trasmissione Ë fatto divieto di sublicenziare il programma a favore di terzi.

Le emittenti terranno mallevata ed indenne la Lega Basket da ogni responsabilita' contro terzi ed assumeranno direttamente, accollandosi ogni spesa d'onere, ogni azione giudiziale e stragiudiziale promossa contro Lega Basket a causa o comunque in conseguenza dell'utilizzo delle immagini concesse.

ARTICOLO 3
DIRITTO DI CRONACA

3.1 Le immagini delle gare potranno essere utilizzate per servizi di cronaca da trasmettere solo nei telegiornali per una durata massima di 180 secondi per complessivamente tutte le gare della giornata e non prima che siano trascorsi 60 minuti dal termine della gara.

3.2 Ai fini dell'esercizio del diritto di cronaca, per quanto riguarda le gare riprese e trasmesse da Sky, quest'ultima si impegna a concedere ad emittenti terze a diffusione nazionale l'accesso alle immagini secondo una delle seguenti modalita':

a) mediante accesso al segnale in diretta, presso l'ob van, sul luogo di svolgimento di ciascuna delle gare prodotte da Sky e dietro corresponsione dei relativi costi tecnici.

b) mediante prolungamento del segnale clean feed dal centro di produzione di Sky e dietro corresponsione dei relativi costi tecnici.

c) mediante consegna delle registrazioni su supporto Betacam SP, dietro corresponsione dei relativi costi tecnici.

In ambito locale sara' l'emittente televisiva locale ufficiale, in accordo con la societa' di cui trasmette le gare in differita, a mettere a disposizione quanto necessario ad altre emittenti locali per l'esercizio del diritto di cronaca con le seguenti modalita':
una sola uscita video per eventuali altre emittenti che richiederanno lo sfruttamento del diritto di cronaca con priorita' alla emittente che per prima avra' effettuato la richiesta. Le emittenti che vorranno collegarsi al segnale dovranno mettere a disposizione una propria uscita video (BNC o PIN-jack) ed avere con se' la strumentazione necessaria (cavi, prolunghe di corrente ed adattatori necessari per il collegamento). In caso di assenza di questi strumenti, la emittente non avra' diritto allo sfruttamento del segnale.

3.3 Per quanto riguarda le gare non prodotte e non trasmesse da Sky, in riferimento allo sfruttamento del diritto di cronaca, le relative immagini saranno messe a disposizione dalla Lega, per tramite dei club, a favore delle emittenti televisive nazionali che ne faranno richiesta, fermi i limiti previsti dal contratto Lega-Sky.

Quanto alle emittenti locali, sara' il club ospitante a gestire l'accreditamento di quelle non titolari del diritto di esclusiva in ambito locale che facciano richiesta di accedere alla gara per riprenderne alcune fasi ed effettuare i servizi giornalisti connessi al diritto di cronaca. In alternativa le emittenti richiedenti potranno accedere al segnale dell'emittente titolare del diritti di trasmissione in ambito locale secondo le modalita' previste dall'articolo 3.2.

ARTICOLO 4
STANDARD DI RIPRESA TELEVISIVA

4.1 La emittente televisiva che effettua le riprese delle gare casalinghe di un club di Serie A con la qualifica di emittente ufficiale (cosi' come i services che effettuano le riprese per conto dei club) dovranno predisporre il seguente standard ordinario di ripresa, con almeno tre telecamere, delle quali:

Camera n∞ 1 da posizionare in alto sull'ideale prolungamento del centrocampo.

Camera n∞ 2 da posizionare sempre sull'ideale prolungamento del centrocampo che segua l'azione in campo pi˘ stretto per eventuali replay dell'incontro.

Camera n∞ 3 da posizionare sottocanestro per eventuali replay e primi piani.

ARTICOLO 5
PLUS A FAVORE DELLE EMITTENTI TELEVISIVE UFFICIALI DEI CLUB

5.1 Le emittenti ufficiali beneficeranno delle seguenti agevolazioni:

a) qualora il club di riferimento disputi la Final Eight di Coppa Italia, sfruttamento gratuito del segnale televisivo attraverso la Lega Basket, con allestimento di postazione, consegna del materiale cassettizzato, telecamera a disposizione per interviste mirate. Le stesse modalita' saranno riservate alle emittenti ufficiali dei club sul cui impianto si disputeranno gli altri eventi Lega (Supercoppa, All Star Game).

b) possibilita' di richiedere alla Lega materiale d'archivio in suo possesso per proprie produzioni. La Lega stessa provvedera' alla confezione delle produzioni richieste e alla sua spedizione senza alcun onere a carico delle stesse emittenti.

c) messa a disposizione al termine di ogni stagione di un filmato che contiene tutti gli highlight del campionato.

ARTICOLO 6
DISPOSIZIONI RIGUARDANTI LE EMITTENTI RADIOFONICHE

4.1 La Lega riconosce che le singole societa', come nel caso delle emittenti televisive, stipulino contratti di trasmissione in diretta delle gare con emittenti radiofoniche non nazionali alle quali possono concedere in ambito locale, intendendosi come tale il territorio regionale, l'esclusiva o comunque la trasmissione delle proprie gare.

Queste emittenti sono obbligate a mettere a disposizione, se richieste, A TITOLO GRATUITO, le proprie radiocronache alla emittente ospite. In questo caso la emittente radiofonica locale potra' scegliere anche di far effettuare la radiocronaca ad un altro radiocronista da lei scelto, comunque sempre a titolo gratuito. Per accedere a questo servizio la emittente radiofonica ospite dovra' richiederlo a mezzo fax o e-mail indirizzando la richiesta alla societa' ospitante e alla radio ufficiale di riferimento con almeno 2 giorni di anticipo rispetto allo svolgimento della gara.

Come gia' specificato all'articolo 1 dal titolo DISPOSIZIONI RIGUARDANTI I CLUB, anche in caso di assenza di una propria emittente radiofonica ufficiale, la societa' ospitante e' comunque tenuta, se richiesta dalla squadra ospite con almeno 2 giorni di anticipo rispetto allo svolgimento della gara, a predisporre ñ oltre alla postazione, alla linea telefonica e a un apparecchio telefonico ñ anche il servizio di radiocronaca a favore della propria emittente ufficiale senza che ne risulti alcun onere di natura economica in capo alla societa' ospite nÈ tantomeno alla Lega

La emittente radiofonica ospite potra' anche richiedere l'utilizzo di un radiocronista da lei scelto, con compenso concordato direttamente tra le parti. In questo caso postazione, linea ed apparecchio saranno riservate a questo radiocronista.

ARTICOLO 7
SEGNALAZIONI DI MANCATO RISPETTO DEL REGOLAMENTO

7.1 Le inadempienze da parte di emittenti radiofoniche e televisive che riguardino la qualita' delle immagini o il suo formato o qualsiasi altra parte contenuta nel presente Regolamento dovranno essere comunicate dai club alla Lega che accettera' solo segnalazioni provenienti direttamente dalle stesse.

ARTICOLO 8
PROPOSTA PER LA INTRODUZIONE DI UN MECCANISMO FISSO PER LE SANZIONI
Si propone che sia previsto, a partire dalla stagione 2007-08, un meccanismo di penalita' di natura economica rispetto ad una determinata inadempienza che riguardi condotte oggettive e tassative: quali, a titolo esemplificativo, l'inosservanza dei termini per la messa a disposizione della Lega di materiale per servizi ai club e alle loro emittenti televisive e radiofoniche; per i servizi ai media; per le produzioni televisive di Lega; per il format di ripresa televisiva. In caso di parere favorevole della Assemblea, si propone che una apposita commissione composta tra l'altro, dal Responsabile Comunicazione della Lega e da 4 rappresentanti dei club, studi le ipotesi di penalita' che saranno presentate alla Assemblea per la approvazione definitiva ed eventualmente inserite nel Regolamento di Giustizia di Lega.